• Grotte Catullo
  • Grotte Catullo

Le grotte di Catullo

Al termine della penisola di Sirmione, in bellissima zona panoramica, sono presenti i resti della villa romana conosciuta da secoli come “Grotte di Catullo”, la più grande costruzione signorile privata dell’Italia del nord giunta fino a noi.

Nel Rinascimento il nome di “grotte” o “caverne” fu utilizzato per costruzioni crollate, invase dalla vegetazione, nelle quali si entrava come fossero grotte naturali.
La tradizione risalente i secoli XV e XVI ha individuato questo sito come la villa di famiglia di Catullo, il poeta latino morto nel 54 a.C.
Dai versi dello stesso Catullo è inequivocabile che avesse una dimora a Sirmione, ma non è certo che si trovasse proprio in questa zona.
Sirmione faceva parte dell’agro veronese ed è conosciuto nel mondo antico anche per essere stata una tappa di sosta sulla via che univa Brescia a Verona.
La prima raffigurazione particolareggiata dei resti della villa è un rilievo dei primi anni del XIX secolo.
Importanti scavi furono poi eseguiti da Girolamo Orti Manara, il quale ne pubblicò i frutti in un’opera tuttora di importanza basilare.
La Soprintendenza ha dato inizio agli scavi nel 1939-40 ed ai restauri nel 1948.
Studi più recenti hanno permesso di provare la presenza di una costruzione antecedente e di avvalorare l’ipotesi che l’opera architettonica oggi visibile è frutto un progetto unico che ne ha stabilito sia l’orientamento e la suddivisione degli spazi interni.
La villa si presenta con una pianta dal profilo rettangolare (m. 167 x 105), con due avancorpi sui lati corti, e occupa una superficie globale di più di due ettari.
Per affrontare la pendenza delle rocce dove poggiarono le fondamenta dell’edificio, furono creati grandi vani di costruzione, mentre in altre zone fu indispensabile eseguire grandi opere di taglio della roccia.
I resti oggi visibili sono pertanto su livelli diversi: del settore a nord ad esempio sono presenti solo le grandiose costruzioni, mentre nulla invece è rimasto dei vani residenziali.

Verifica disponibilità